Il Corriere della Sera riceve il premio speciale “Giornalisti e Società: la professione giornalistica a servizio dell’uomo” per il progetto editoriale “Buone Notizie - L’impresa del bene"

Il riconoscimento, ritirato dalla caporedattrice Elisabetta Soglio, è stato assegnato questa mattina nella Sala Arazzi del Comune di Verona, nel corso della cerimonia di premiazione della XXIII edizione del Premio “NATALE UCSI 2017”, promosso dall’U.C.S.I. (Unione Cattolica Stampa Italiana), che ha visto salire sul podio delle tre sezioni principali:

Simonetta Venturin de Il Popolo (Premio Ucsi - Fondazione Cattolica alla Stampa); Giulia Salmaso per un servizio su TV2000 (Premio Ucsi - Fondazione Cattolica alla TV);
Anna Maria Giordano di Rai - Radio3 (Premio Ucsi - Fondazione Cattolica Radio).

Altri due premi speciali, sono andati a:
Lucia Caretti de La Stampa (Targa Athesis, per under 30)
Elena Filini de Il Gazzettino (Genio della donna - Banco BPM).

Un’edizione tutta al femminile con menzioni anche per la veronese Adriana Vallisari di Verona Fedele e Barbara Ganz de Il Sole 24 Ore.                                                  



Siamo particolarmente contenti del premio assegnato al Corriere della Sera. Nel 2018 saranno 25 anni che il Premio Natale Ucsi valorizza le buone notizie, il bene fatto e poco raccontato, la trama di solidarietà che contribuisce a reggere la civile convivenza in Italia e testimonia anche la forza costruttiva della fede, da cui nascono moltissime opere di carità. Che il primo giornale italiano abbia deciso di investire su questo tipo di notizie è il segno di un importante cambiamento in atto nel mondo della comunicazione in Italia.

Stefano Filippi


Una vera sfida editoriale, con cui abbiamo cercato di sfatare la convinzione che le buone notizie non facciano notizia, ma l’obiettivo non è fare del buonismo, bensì valorizzare tute le esperienze positive del nostro paese, che sono tantissime. Cooperative e associazioni stanno lanciando un nuovo modo di fare economia e in tale contesto i giornalisti hanno la loro parte di doveri nei confronti della società. Uno di questi, oltre all’impegno etico, è far conoscere le loro storie. E il fatto che ad aprire la strada sia il primo quotidiano di Italia assume più valore, perché trascina, e convince che parlare di queste realtà e persone ha ancora un senso.

Elisabetta Soglio

LEGGI IL COMUNICATO

LEGGI IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE NAZIONALE UCSI


Unione Cattolica Stampa Italiana

L’UCSI è una associazione cattolica di giornalisti e di comunicatori professionali. Possono aderire tutti coloro che si occupano di comunicazione a livello professionale, anche come oggetto di studio e ricerca, anche se non sono iscritti all’Ordine dei Giornalisti. 

Le UCSI regionali, anche in collaborazione con gli Uffici diocesani per le comunicazioni sociali e con altre sigle, organizzano sul territorio convegni, incontri, giornate di studio su temi di attualità nel mondo della comunicazione, con particolare attenzione alla deontologia e all'etica dei comunicatori.  


Copyright © 2014-2018 UCSI Verona - Tutti i diritti riservati  |  Crediti  |  Condizioni d'uso